Blog

L’acqua come valido aiuto per combattere l’acne

Ricordate il vecchio detto “meglio prevenire che curare”? Bene, mai come nel caso di acne e brufoli è valido come suggerimento. Cruccio di adolescenti ma anche di adulti, crea imbarazzo soprattutto quando si ha un impegno, appuntamento o occasione speciale. I brufoli sono in parole semplici un’infiammazione della pelle causata dall’ostruzione dei pori a causa di sebo e cellule morte: questo crea la situazione ideale per il proliferare dei batteri, che causano l’eruzione cutanea e creano i tanto antiestetici brufoli o punti neri. In caso di acne si [...]

Leggi di più...

Vai in vacanza con 15 minuti di meditazione grazie alla mindfulness

Secondo l’ultimo studio condotto dal ricercatore Christopher May dell’Università di Groningen e pubblicato sulla rivista scientifica The Journal of Positive Psychology, grazie a solo 15 minuti  di meditazione al giorno si hanno gli stessi benefici di un giorno di vacanza. Gli effetti derivanti sarebbero molto simili a quelli ottenuti da un giorno di ferie sul fronte delle emozioni positive suscitate (ad esempio gratitudine) e del benessere psicofisico ottenuto. Già in passato era stato dimostrato come la meditazione riducesse lo stress e [...]

Leggi di più...

Come l’attività fisica può essere un rimedio per l’occhio pigro

L’attività fisica fa bene, un po’ a tutto. Oltre a migliorare la salute dell’apparato muscolo-scheletrico, ha effetti sulla prevenzione di malattie come il cancro, rallenta l’invecchiamento del nostro cervello e migliora il nostro umore. Secondo una recente ricerca fare sport può anche favorire il recupero delle funzioni visive in particolare per chi soffre di ambliopia, il cosiddetto “occhio pigro”.  Lo studio è stato pubblicato nella rivista «Annals of Clinical and Translational Neurology», e dimostra che grazie all’esercizio fisico vi è un [...]

Leggi di più...

Perché mangiare cibi industriali può peggiorare il tuo umore

La maggior parte dei cibi industriali che compriamo sappiamo che contengono additivi alimentari, usati per prolungare la durata di conservazione oltre che per migliorarne la consistenza. Che questi avessero un’influenza negativa sul microbiota intestinale, aumentando il rischio di sviluppare malattie infiammatorie intestinali e cancro al colon-retto, lo sapevamo già grazie ad uno studio pubblicato sulla rivista Frontiers in Nutrition dagli scienziati dell’Università di Sydney. Ciò che invece ci è nuovo è che gli additivi alimentari sembrerebbero avere effetti collaterali indesiderati anche sul [...]

Leggi di più...

Mangiare troppi dolci spegne il nostro gusto facendoci aumentare di peso

A chi non piace mangiare dolci? Ma “un dolce tira l’altro’ non è solo un modo di dire ma una reazione a catena descritta da un gruppo di scienziati che coinvolgerebbe direttamente i neuroni. Il dubbio che le persone obese eccedessero con il cibo perché non assaporassero il cibo è sempre stato affermato da medici e nutrizionisti ma non si era mai capito se fosse l’obesità a modificare il gusto, oppure se la colpa fosse del consumo eccessivo di alcuni [...]

Leggi di più...

Bere acqua potabile con tracce di arsenico può cambiare la struttura del cuore

Un gruppo di ricerca della Columbia University ha analizzato gli effetti della presenza di arsenico nell’acqua potabile, di quella per esempio che beviamo dei rubinetti di casa. Secondo lo studio condotto in USA e pubblicato sulla rivista americana Circulation le persone che bevono acqua da pozzi privati, non regolamentati, hanno più probabilità di sviluppare malattie cardiovascolari a causa della presenza di arsenico. Analizzare l’acqua dei pozzi è sicuramente il primo passo per agire e prevenire l’esposizione. I ricercatori, hanno coinvolto nello studio [...]

Leggi di più...

Un’alimentazione sbagliata uccide più del fumo

Che l’alimentazione sia causa di tante problematiche per la salute oramai è chiaro. Circa un terzo dei tumori potrebbero essere evitati seguendo una corretta alimentazione fatta di semplici sane abitudini sulle nostre tavole. Tra i più comuni tipi di tumori legati ad una dieta scorretta troviamo i carcinomi come quello della mammella, della prostata e del tratto gastro-intestinale. Ma fra le malattie legate all’alimentazione troviamo anche le patologie cardiovascolari e il diabete ad esempio. Secondo uno studio pubblicato sull’autorevole rivista [...]

Leggi di più...

Come il cervello regola il senso della sete: l’idratazione parte dall’intestino

Bere acqua ormai sappiamo che fa bene. Sappiamo di essere composti in buona parte di acqua, essenziale per l’organismo perché svolge molti compiti importanti fra cui trasportare nutrienti, eliminare le scorie, tenere sotto controllo la pressione del sangue, lubrificare muscoli e articolazioni e regolare la temperatura corporea. Ma ti sei mai chiesto perché ci viene sete? Fino a poco tempo fa si pensava che lo stimolo arrivasse direttamente dall’ipotalamo (la struttura cerebrale che fa da ponte tra il sistema nervoso e quello endocrino) [...]

Leggi di più...

Dolore dei crampi: ecco perché bere acqua può ridurre lo spasmo

Anche tu soffri di crampi improvvisi alle gambe che ti svegliano anche nel cuore della notte? Durano davvero pochi secondi o minuti ma, il dolore pungente che li accompagna può essere molto fastidioso. Il crampo è uno spasmo, una contrazione involontaria violenta ed improvvisa della muscolatura striata. Al momento del crampo, sarà importante anche fare un semplice massaggio. Si può ridurre il dolore stimolando la circolazione: stirare gradualmente i muscoli, in modo che si rilassano, massaggiando per qualche minuto. Questo metodo [...]

Leggi di più...

Come l’attività fisica può essere un’alleata per la memoria

Fare sport fa bene. Dagli atleti professionisti a chi pratica sport solo per il gusto di farlo, tutti sanno che un buon allenamento è in grado di produrre nel corpo gli ormoni “buoni”, le endorfine, che mettono di buonumore. Se abbiniamo allo sport anche una sana alimentazione ciò migliorerebbe alcune funzioni cognitive. A darne conferma sono stati dei ricercatori statunitensi del Duke University Medical Center che hanno pubblicato la loro ricerca sulla rivista Neurology. Dopo aver osservato 160 volontari con un’età media elevata [...]

Leggi di più...