[vc_row][vc_column][vc_column_text]

Il nostro organismo non può sopravvivere senza acqua: tutti i muscoli, gli organi e anche le ossa contengono acqua (fino a circa il 30% del loro peso). L’acqua favorisce il trasporto di ossigeno e anidride carbonica, aiuta ad espellere le sostanze di scarto, lubrifica le articolazioni, offre sostegno ad organi e tessuti e, proprio grazie al meccanismo della sudorazione, permette di mantenere la corretta temperatura corporea anche durante un esercizio fisico impegnativo o in un contesto ambientale particolarmente caldo.

Per funzionare bene, dunque, il corpo umano ha bisogno di essere idratato! Ecco allora che, se si suda molto, occorre reintegrare ciò che si perde, altrimenti si rischia di andare incontro agli effetti collaterali della disidratazione: stanchezza fisica, perdita di lucidità, difficoltà respiratorie, fino anche ad eventi più gravi. Poca acqua in circolo significa un impatto negativo sul sistema cardiovascolare, essendo il sangue essenzialmente liquido, ma si traduce anche in un accumulo di tossine che non riescono ad essere smaltite. Infine, la scarsa idratazione non favorisce lo scioglimento dei grassi in chi vuole perdere peso.

 

Principali Vantaggi dell’idratazione

Una buona idratazione è essenziale per la salute e il benessere. Ogni cellula del corpo umano necessita di acqua quindi l’idratazione è fondamentale per le funzioni fisiologiche più elementari come la regolazione della pressione sanguigna e della temperatura corporea, l’idratazione e la digestione. Vediamo di seguito gli altri benefici di una corretta idratazione:

  • Cervello
    Un’adeguata idratazione è importante per il corretto funzionamento del cervello. Quando siamo idratati adeguatamente, il sangue che arriva alle cellule cerebrali è più ricco di ossigeno e il cervello è più vigile. Una lieve disidratazione, una perdita cioè dell’1-2% del peso corporeo, può pregiudicare la capacità di concentrazione. Una perdita di peso corporeo superiore al 2%, dovuta alla disidratazione, può influenzare negativamente le capacità di elaborazione del cervello, danneggiando la memoria a breve termine.
  • Cellule
    Un organismo idratato riesce a trasportare meglio alle cellule i carboidrati, le vitamine, i minerali e altre importanti sostanze nutritive, nonché l’ossigeno. Le cellule a loro volta producono l’energia necessaria per il funzionamento dell’organismo. Inoltre, l’idratazione facilita l’eliminazione delle scorie del metabolismo, consentendo il corretto funzionamento cellulare.
  • Apparato digerente
    L’idratazione gioca un ruolo essenziale nella digestione del cibo e nell’assorbimento dei nutrienti da parte dell’apparato digerente. L’acqua è necessaria per disciogliere i nutrienti in modo che vengano assorbiti nel flusso ematico e trasportati alle cellule. Un’idratazione insufficiente rallenta la digestione e una scarsa idratazione cronica può portare alla costipazione.
  • Cuore
    I liquidi sono importanti per il corretto funzionamento del cuore e una buona regolazione dell’equilibrio idrico è essenziale per mantenere la pressione arteriosa ai giusti livelli. La disidratazione diminuisce la gittata cardiaca, con conseguente aumento della frequenza cardiaca e una diminuzione della pressione arteriosa. Il sistema circolatorio fa invece arrivare al cervello, ai muscoli e a tutti gli altri tessuti una quantità di ossigeno costante.
  • Reni
    Un’adeguata assunzione di acqua è essenziale per il corretto funzionamento dei reni, poiché li aiuta ad eliminare le scorie e i nutrienti in eccesso principalmente attraverso le urine. I reni regolano i livelli di acqua nell’organismo aumentando o diminuendo il flusso di urina. Lavorano inoltre per controllare i livelli normali di sodio e di altri elettroliti. I reni di un individuo sano ben idratato filtrano circa 180 litri di acqua al giorno. Chiaramente gran parte di questa quantità deve essere riassorbita per prevenire una dispersione eccessiva di liquidi da parte del corpo.
  • Muscoli e articolazioni
    L’acqua agisce da lubrificante per i muscoli e le articolazioni, fungendo da cuscinetto per queste ultime e aiutando il corretto funzionamento dei muscoli. I muscoli e le articolazioni, oltre alle ossa, sono necessari per sorreggerci, sederci, muoverci ed eseguire tutte le attività quotidiane. Mantenere il corretto bilancio idrico è essenziale per il funzionamento ottimale dei muscoli, costituiti per circa il 70-75% d’acqua.
  • Pelle
    La pelle costituisce una difesa contro gli agenti patogeni e contribuisce a prevenire lo sviluppo di infezioni ed allergie. Alcuni ritengono che una buona idratazione aiuti a idratare i tessuti corporei e a preservare l’elasticità, la morbidezza e il colorito della pelle, sebbene la ricerca non abbia fornito dati conclusivi in merito.
  • Temperatura
    L’acqua presente nell’organismo gioca un ruolo importante come termoregolatore, poiché regola la temperature complessiva del corpo aiutando a disperdere il calore. Se il corpo si surriscalda, l’acqua viene rilasciata attraverso il sudore e l’evaporazione di questo sudore dalla superficie della pelle elimina il calore dal corpo. La sudorazione è il mezzo più efficace di cui dispone il corpo per evitare il proprio surriscaldamento.

Perché si perde acqua?

Quotidianamente, in condizioni normali, il corpo umano perde acqua attraverso le urine (circa 800-1500 ml/die), le feci (100-150 ml/die), la cute e la respirazione (circa 1250 ml/die); queste perdite giornaliere rappresentano circa il 3-4% del peso corporeo di un adulto. Le temperature estive elevate, lo sport e il movimento comportano una maggiore perdita di acqua corporea a causa dell’aumento della sudorazione, che è molto variabile da individuo a individuo.
Il sudore è il principale meccanismo attraverso il quale l’organismo mantiene l’equilibrio termico perché, attraverso la sua evaporazione, il corpo si raffredda. Anche condizioni patologiche come il vomito, la febbre e la diarrea contribuiscono ad aumentare notevolmente l’eliminazione dell’acqua corporea.

Qual è il fabbisogno di acqua quotidiano?

Poco più di un litro al giorno. Ecco la quantità media di liquidi che gli italiani introducono nel loro organismo. Un valore decisamente troppo basso, inferiore del 50% rispetto alle raccomandazioni mediche, che minaccia soprattutto la salute dei più piccoli. Il 66% dei bimbi italiani, infatti, non beve a sufficienza prima di sedersi sui banchi di scuola. Le conseguenze sono prestazioni cognitive rallentate, fino al 14% in meno rispetto ai coetanei idratati correttamente.

Affinché l’equilibrio idrico venga mantenuto, è fondamentale che l’apporto di acqua sia uguale alla perdita.

Il fabbisogno quotidiano, per adulti e anziani, è indicativamente di 1.5 ml di acqua ogni chilocaloria assunta con gli alimenti, mentre per i bambini è superiore (approssimativamente 1.5/2 ml/kcal/die), in quanto sono maggiormente a rischio di disidratazione. Questi numeri possono variare, anche notevolmente, in relazione a diversi fattori quali ad esempio il clima, il tipo di alimentazione, l’attività fisica svolta, ecc.

Idratazione nei bambini e ragazzi

 

I Bambini ed i ragazzi si sa sono spensierati e passano tutto il loro tempo a giocare o a svolgere qualche attività. Molte volte non si ricordano di bere, come fare quindi per garantire loro una idratazione corretta? Cerchiamo di dare risposta alle domande più comuni :

 

Vanno bene dare integratori salini?
“Una corretta idratazione è fatta di acqua. Le soluzioni saline solo indicate solo in situazioni particolari, per esempio in casi di eccessiva sudorazione e dopo un’intensa pratica sportiva”.

Solo acqua o anche bibite zuccherate?
“La cosa migliore è offrire sicuramente l’acqua, sia per evitare di abituare il bambino a bere bibite zuccherate che sono ipercaloriche, sia perché quest’ultime non sono così dissetanti e creano una ‘falsa sete’, con il rischio di berne oltre il necessario e incorrere nel problema opposto alla disidratazione, ovvero l’eccessiva diluizione dei sali all’interno dell’organismo, che, nei casi estremi, potrebbe portare anche a convulsioni”.

Ma come si possono invogliare i ragazzi a bere più acqua?
“Effettivamente i ragazzi, nonostante sentano lo stimolo di bere, spesso lo ignorano per fare altro. Spetta ai genitori, ai nonni e a chi se ne prende cura, avere un’attenzione attiva e proporre di tanto in tanto di bere”.

 

L’acqua nella prevenzione delle malattie

Le acque Alcaline essendo dotate di caratteristiche organolettiche e igieniche particolari, sono in grado di svolgere azioni favorenti la salute. Le proprietà “benefiche” che un’acqua alcalina può vantare sono, quindi, da attribuire da un lato alla quantità e al rapporto fra i sali in essa disciolti, dall’altro all’assenza di sostanze inquinanti o indesiderabili. L’impiego dell’acqua (di quella minerale Alcalina in particolare), oltre a contribuire ad una corretta idratazione, può svolgere un’azione salutistica, un ruolo preventivo o esercitare un’azione coadiuvante il trattamento farmacologico.  Quando si beve non solo ci si disseta, ma si assumono elementi importanti (oligoelementi come calcio, sodio, ferro, magnesio, zolfo, bicarbonato, fluoro) che a seconda della tipologia e della concentrazione possono soddisfare le diverse esigenze di benessere psico-fisico.

 

Consigli pratici per migliorare l’idratazione

 

  • Ricorda di bere sempre al mattino a digiuno uno o due bicchieri d’acqua a temperatura ambiente, depura l’organismo e stimola l’attività diuretica dei reni dopo la lunga pausa notturna;
  • Bevi sempre un po’, lontano dai pasti e non aspettare che sia la sete a farti bere, per compensare la normale perdita di liquidi del corpo e permettere il buon funzionamento di tutte le funzioni vitali;
  • L’acqua non fa mai male ed essendo un alimento a zero calorie non fa assolutamente ingrassare;
  • Non bere meno di 1,5 – 2,5 litri di acqua naturale al giorno;
  • Preferisci sempre Acqua alcalina ed evita l’acqua in bottiglie di plastica o del rubinetto perchè piena di impurità.

 

[/vc_column_text][vc_separator color=”green”][vc_column_text]FarmaMedica aiuta i propri clienti a migliorare la propria qualità di vita e offre tramite i suoi specialisti soluzioni quali il controllo dello stress, un piano personalizzato di educazione alimentare,strategie per migliorare la propria salute. Disponiamo di un team di esperti tramite i quali è possibile accedere a test specifici per monitorare la vostra salute.
Inoltre da anni produciamo apparecchi detti Ionizzatori che aiutano ad avere sempre acqua di ottima qualità, pura, priva di scorie e alcalina, indispensabile per mantenere una buona salute. Se sei sempre in movimento puoi dare un occhiata anche ai nostri integratori che ti permettono di avere tutti i vantaggi di un’acqua alcalina ovunque tu sia. [/vc_column_text][vc_text_separator title=”Vuoi Saperne di piu?? – Contattaci – Ti Richiamiamo Noi” color=”green”][contact-form-7 404 "Non trovato"][/vc_column][/vc_row]