Blog

La nostra Area Attività

 

FarmaMedica è una realtà nata per garantire e promuovere le migliori tecnologie per la prevenzione ed il  benessere  delle
famiglie . Farmamedica collabora  con L’associazione scientifica “Biologi senza frontiere” e “Italian Lifestyle Medicine” 

per promuovere  un corretto stile di vita. La nostra parola d’ordine è equilibrio.

 

Con i nostri specialisti potrai accedere a servizi personalizzati per migliorare la tua salute generale :

 

Piano di Educazione Alimentare

Per piano di educazione alimentare si intende la promozione e l’acquisizione di sane abitudini alimentari, prediligendo nello specifico un sano modello alimentare, con lo scopo di tutelare il benessere e la salute del cittadino, valorizzando il più possibile i prodotti agro-alimentari locali, rispettando la stagionalità degli stessi riequilibrando il rapporto uomo-natura e persegue le seguenti finalità:

  • Comprendere l’importanza del legame tra una corretta alimentazione e il benessere psico-fisico.
  • Sensibilizzare le famiglie sull’importanza di una sana alimentazione in correlazione al mantenimento di un buono stato di salute.
  • Promuovere la trasversalità dell’educazione alimentare (aspetti storico-scientifico, geografico, culturale).
  • Acquisire comportamenti “sostenibili” al fine di salvaguardare l’ambiente.
  • Promuovere la conoscenza degli alimenti per favorirne un acquisto consapevole ( lettura etichette, tabelle nutrizionali, messaggi pubblicitari).

 

Piano di Attività Fisica

Per piano di attività fisica si intende la stesura di un programma volto a migliorare la condizione fisica di ogni cittadino, tramite lo svolgimento di una attività aerobica moderata(corsa, camminata veloce, cyclette, nuoto, tennis) da svolgere in contemporanea a una attività moderata  anaerobica(sollevamento pesi), sufficiente a migliorare lo stato di salute della singola persona.

Promuovendo con l’attività aerobica il mantenimento entro i limiti di guardia di colesterolo e trigliceridi, migliorando la funzionalità cardiaca e, in abbinamento con l’attività anaerobica moderata incrementare la massa muscolare magra a discapito di quella grassa.

 

Nel dettaglio l’attività aerobica è utile perché:

 

  • Questo tipo di esercizio fa si che cuore, polmoni e muscoli migliorino le prestazioni grazie ad un migliore utilizzo dell’ossigeno (tonificazione completa)
  • L’esercizio aerobico è l’unica attività  che contribuisce a diminuire i livelli dei trigliceridi e del colesterolo (LDL, quello cattivo) prevendendo il rischio cardiovascolare.
  • Aiuta anche a bruciare (ossidare) maggiori quantità di  grassi corporei, (soprattutto quelli della fascia addominale) migliorando le alterazioni prodotte dalla ridistribuzione dei grassi con l’età.

 

Piano di Gestione dello Stress

I mutamenti socio-economici e i cambiamenti nelle caratteristiche della forza lavoro delle ultime decadi hanno avuto un impatto sul mondo del lavoro, aumentando in particolare l’impatto del fenomeno dello stress lavoro-correlato (SLC), che si è collocato al secondo posto in Europa tra i problemi di salute dovuti al lavoro, con evidenti ripercussioni al livello di produttività delle aziende e al livello economico.

In risposta a tale esigenza si sono elaborati  percorsi metodologici per la valutazione e gestione del rischio SLC sostenibile e di facile utilizzo per le aziende, attraverso il coinvolgimento attivo di tutte le figure della prevenzione presenti in azienda, basato su approcci e procedure scientificamente fondati e validati.

Il progetto si propone di contribuire all’accrescimento e al miglioramento complessivo del sistema di gestione dello stress lavoro-correlato, attraverso un piano di monitoraggio sullo stato di attuazione, lo sviluppo di soluzioni pratiche, interventi formativi, realizzazione di azioni mirate e modelli di intervento su misura per la realtà produttiva del Paese.

 

In genere il piano di monitoraggio dello stress lavoro si basa sui seguenti principi:

 

  • Sarà verificata all’interno dell’azienda l’efficacia del sistema di valutazione e gestione dello stress ,  basato sugli strumenti del percorso metodologico proposto.
  • Attraverso il monitoraggio delle attività di vigilanza e dei fabbisogni dei servizi, sarà verificata l’efficacia dell’applicazione dell’obbligo di valutazione SLC previsto dalla normativa vigente.
  • Saranno organizzate e realizzate specifiche attività di informazione e formazione, come contributo alla crescita delle figure della prevenzione afferenti al SSN e di quelle aziendali.

 

Piano di Integrazione Nutrizionale

 Da non confondere(anche se strettamente correlato) con il piano di educazione alimentare, il piano di integrazione alimentare differisce dal primo in quanto si pone l’obiettivo di “integrare” quelle sostanze utili all’organismo, quando in circostanze di incrementato fabbisogno non è possibile reintegrare con una corretta alimentazione in tempi utili.

Nello specifico gli integratori alimentari sono fonti concentrate di nutrienti o altre sostanze con qualità nutrizionali o fisiologiche. Li si assume per integrare i nutrienti forniti dalla normale dieta. Gli integratori vanno intesi come aiuti esterni che forniamo al nostro organismo per permettergli di funzionare meglio.

Vanno assunti in condizioni di aumentato fabbisogno o in periodi particolari, per esempio quando è necessario essere sicuri di assumere una sostanza a scopo terapeutico in determinate quantità stabilite in base alle esigenze di ciascuno, oppure semplicemente per introdurre i nutrienti opportuni a seguito di una intensa attività fisica.

 

Sei interessato? Inserisci i tuoi dati per essere ricontattato