Pochi giorni fa, il 10 ottobre si è celebrata la Giornata mondiale della salute mentale. L’ultimo rapporto dell’Organizzazione Mondiale della Sanità sulla salute mentale rivela che oggi nel mondo quasi un miliardo di persone convive con qualche tipo di disturbo mentale e che l’emergenza sanitaria causata dalla pandemia di CoViD-19 ha provocato un continuo aumento di disturbi psichici. La depressione resta la patologia più comune, oltre ad essere una delle principali cause di disabilità: ne soffrono circa 300 milioni di persone, soprattutto donne. Infine, il 10-20% della popolazione mondiale di bambini e adolescenti soffre di un qualche tipo di disturbo mentale, e proprio le condizioni neuropsichiatriche sono la principale causa di disabilità nei giovani.

Anche in Italia, secondo uno studio dell’IRCCS Ospedale San Raffaele di Milano, oltre la metà degli italiani che hanno ricevuto un trattamento ospedaliero per CoViD-19 riporta almeno un sintomo riconducibile a disturbi della salute mentalecome ansia, depressione, stress post-traumatico, insonnia. Ma come possiamo in qualche modo mantenere una buona salute mentale? Anni di ricerche e di studi in questo campo dimostrano chiaramente che è possibile potenziare e mantenere il proprio benessere psicologico, anche in situazioni critiche. Per raggiungere questo obiettivo gli esperti suggeriscono alcuni strumenti per poter vivere al meglio la vita.

  • Essere coinvolto nei legami interpersonali. Uno studio dell’università del Michigan ha scoperto che sentirsi parte di un gruppo influisce positivamente sull’umore e la capacità di gestire ansia e stress, grazie all’incremento di progesterone, un ormone che incide positivamente sul desiderio di socializzazione e di accudimento.
  • Fare attività fisica, allevia la tensione muscolare, migliora l’umore ed aumenta l’energia e la forza.
  • Avere una buona qualità del sonno. Dormire, accanto a respirare, mangiare e bere è ciò che ci rende vivi e in salute, il che significa che è indispensabile per il nostro benessere mentale e fisico e per la salute.
  • Ricevere un supporto professionale quando le difficoltà ti impediscono di vivere bene può fare una grande differenza. Non aspettare di essere totalmente in crisi per chiedere aiuto.
  • Una sana alimentazione e pasti regolari oltre ad aumentare l’energia e ridurre il rischio di sviluppare alcune malattie, migliorano l’umore.
  • Le persone che dedicano tempo e cure alla propria sfera spirituale sono più sane anche mentalmente.

Proprio su questo ultimo punto vogliamo soffermarci un attimo. Riusciendo a focalizzarci sulle nostre sensazioni e pensieri, con mente aperta e non giudicante, il nostro agire diventa più saggio, senza dare potere agli eventi esterni e lasciare che siano loro a guidare la nostra vita e non viceversa. Grazie alla mindfulness ad esempio, che è una disciplina della qualità della mente, le persone che seguono questo approccio riescono ad avere una mente più calma, stabile e vigile. La Mindfulness è la capacità di cogliere nel qui e ora l’esperienza che stiamo vivendo. In questo periodo ancora di più ci sembra valido il suo insegnamento di vivere l’esperienza e la vita “momento per momento”, perché il primo passo per raggiungere la felicità è essere consapevoli.