Blog

La colazione non va in vacanza: perché resta il pasto più importante della giornata

Chi ci tiene a restare in forma lo sa che la prima colazione è il pasto più importante della giornata, eppure 7 milioni di italiani hanno l’abitudine di saltarla: sono i ‘breakfast skipper’, ovvero coloro che saltano l’appuntamento con la prima colazione, che d’estate diventa ancora più numeroso. Ci si sveglia più tardi al mattino e magari si arriva all’ora di pranzo ingerendo solo un caffè. Il caldo inoltre fa diminuire l’appetito e pensiamo che eliminando il primo pasto della giornata possiamo perdere peso più facilmente. Secondo gli studi di cronobiologia e crononutrizione il pasto che avviene dopo il digiuno più lungo, quello notturno, è il cosiddetto ‘sincronizzatore’, ovvero il pasto che mette in ordine l’orologio biologico di tutta la giornata. 

Un’auto si rifornisce di carburante prima di iniziare un viaggio, non alla fine. La stessa cosa va fatta con il nostro corpo, perché dopo il digiuno notturno, quando le scorte di glucosio si stanno esaurendo, è importante ripristinarle con una buona prima colazione (da consumare almeno entro un’ora dal risveglio) per mantenere in equilibrio i meccanismi endocrini, metabolici e cardiovascolari.

Non consumare il primo pasto della giornata o non assumerlo in modo adeguato, ha quindi effetti sull’aumento di peso. Fare colazione ha diversi vantaggi:

  1. con il caldo, assicura un buon apporto di liquidi per scongiurare il rischio disidratazione.
  2. contribuisce ad accelerare il metabolismo, poiché aiuta a bruciare le calorie introdotte nell’arco del giorno. Saltarla invece può rallentare il metabolismo.
  3. favorisce il senso di sazietà. Una ricca colazione aiuta dunque a gestire la fame nel corso della mattinata. In questo modo si evita di arrivare al pranzo con il giusto appetito e di mangiare in modo incontrollato.
  4. aiuta a mantenere il cervello attivo per tutto il giorno. Il cervello ha infatti bisogno anche di zuccheri.

 

Un nuovo studio della São Paulo Research Foundation, pubblicato sulla rivista European Journal of Preventive Cardiology, ha inoltreipotizzato che saltare il primo pasto della mattinata e cenare troppo tardi la sera potrebbe mettere in pericolo la salute delle persone che sono state colpite da un infarto.

Il 58% dei pazienti aveva l’abitudine di saltare la colazione, il 51% cenava troppo tardi e il 41% faceva entrambe le cose. Nei soggetti che rientravano in quest’ultima categoria, secondo i risultati, si quadruplicavano le probabilità di morire a causa dell’infarto o di avere un altro attacco cardiaco nel mese successivo alle dimissioni dal primo ricovero. Ciò non significa che saltare la colazione e cenare tardi sia fatale per il cuore, ma che la regolarità della propria alimentazione è molto importante per il nostro benessere.

Ma come comporre una perfetta colazione estiva?

Il giusto mix per partire con il piede giusto, anche d’estate, è composto da carboidrati complessi, proteine e grassi che forniscono energia a rilascio graduale per mantenere a lungo il livello di attenzione e il senso di sazietà, e zuccheri semplici che forniscono energia pronta all’uso. Via libera quindi a cereali (muesli, biscotti, pane, fette biscottate, ecc.), che apportano zuccheri a lento rilascio, latte o yogurt, e un frutto o una spremuta.

 


 FarmaMedica aiuta a migliorare la propria qualità di vita e offre tramite i suoi specialisti soluzioni quali il controllo dello stress, un piano personalizzato di educazione alimentare, strategie per migliorare la propria salute. Disponiamo di un team di esperti tramite i quali è possibile accedere a test specifici per monitorare la vostra salute. 

Vuoi Saperne di piu?? - Contattaci - Ti Richiamiamo Noi

 

Condividi questo post