[vc_row][vc_column][vc_column_text]

Ogni giorno si parla di prevenzione ma la prevenzione arriva anche sotto forma di parole e informazioni di cui dovremmo trarre insegnamento. Proprio per dare un aiuto concreto si è tenuto in questa settimana il convegno “Ripartire con Sprint. Accorgimenti e consigli pratici su come affrontare il ritorno alla routine” organizzato grazie al supporto delle Associazioni Italian Lifestyle Medicine e l’Associazione Scientifica Biologi senza Frontiere. L’incontro ha avuto come relatori il Dott. Luigi Maselli specializzato nella Lifestyle Medicina (branca della medicina che mixa Medicina, Sport e Psicologia) e la Dott.ssa Antonella Nesticò, Psicologa e Psico-oncologa, uniti in un Tour per il Benessere e Longevità.

L’obiettivo del convegno è stato di dare delle buone indicazioni e linee guida dopo il periodo di latenza dalle attività sportive.  Ci sono tante scuse che tutti noi utilizziamo per rimandare la pratica sportiva ma in realtà nessuna scusa è davvero valida.

Settembre è il mese che dà inizio alle nostre attività lavorative ma quando si tratta di quelle sportive diventa difficile riprendere o iniziare. Cosa lo rende difficile? Le cattive abitudini! Come è stato spiegato durante il convegno dal Dott. Maselli, “l’abitudine è la più brutta delle malattie. Ti fa accettare di tutto anche di non essere felice”. Noi siamo le nostre scelte e le nostre abitudini ma cambiarle è possibile!

Secondo un famoso studio, durato oltre 30 anni e pubblicato sulla prestigiosa rivista The Lancet, le persone che diventano malate croniche hanno una riduzione della qualità della vita. Come sappiamo il Sistema Sanitario non agisce però sul malato cronico se non somministrando farmaci. Il farmaco si sostituisce spesso alla volontà del soggetto ma quello che dovremmo tenere ben presente è che seguendo uno stile di vita sano possiamo impedire alla maggior parte delle malattie croniche di aggravarsi.

La Lifestyle Medicine è da considerarsi una Scienza della possibilità per migliorare il proprio stato di salute, che comprende e indaga il Ritmo Circadiano, il Sonno, le Dipendenze, il Benessere Psicologico, l’Esercizio Fisico e l’Idratazione insieme alla Nutrizione.

Ma praticamente cosa bisogna fare per seguire un corretto stile di vita e raggiungere il benessere? Ad esempio mangiando in modo sano perché “Il cibo sarà la tua medicina” disse Ippocrate, facendo attività fisica (preferibilmente dalle ore 6 alle ore 9 perché i valori dell’insulina sono ai livelli più alti) e cercando di non lasciarsi travolgere dallo stress perché, come ha spiegato la Dott.ssa Nesticò, le emozioni negative causano stress, un fattore di rischio per la salute. Stanchezza cronica, problemi interpersonali, turbe emotive, dolori cronici e patologie da stress si trasformano in malattia. Ricordiamoci allora che le nostre scelte ricadono sulla nostra salute ma se hai delle cattive abitudini cambiarle è possibile.

[/vc_column_text][vc_separator color=”green”][vc_column_text]FarmaMedica aiuta i propri clienti a migliorare la propria qualità di vita e offre tramite i suoi specialisti soluzioni quali il controllo dello stress, un piano personalizzato di educazione alimentare, strategie per migliorare la propria salute. Disponiamo di un team di esperti tramite i quali è possibile accedere a test specifici per monitorare la vostra salute.
[/vc_column_text][vc_text_separator title=”Vuoi Saperne di piu?? – Contattaci – Ti Richiamiamo Noi” color=”green”][contact-form-7 404 "Non trovato"][/vc_column][/vc_row]