Migliorare il nostro umore verso l’ottimismo è un pensiero fisso per molti. Della ricerca della felicità se ne parla tanto forse in modo anche ossessivo, diventando argomento di film famosi, studi psicologici e ricerche scientifiche. L’obiettivo di una delle ultime ricerche è quello di rivelare la correlazione tra intestino, cervello e umore. Secondo lo studio a quanto pare il benessere psicologico individuale crescerebbe all’aumentare delle porzioni frutta e verdura mangiate ogni giorno.

Lo studio è stato condotto in collaborazione con l’Università di Leeds e l’Università di York in Gran Bretagna e pubblicato sulla rivista Social Science and Medicine.

Dopo aver analizzato i dati di oltre 40 mila cittadini britannici nel corso del tempo e verificandone il loro stato di salute psicofisico, i ricercatori sono convinti che tra i segreti del benessere della mente ci siano anche il consumo abbondante di frutta e verdura.

Questo è possibile grazie ad alcuni ingredienti “umorali e tonici” presenti nella composizione cellulare degli alimenti. I primi a notare la relazione tra frutta, verdura e felicità sono stati i ricercatori australiani, in una ricerca del 2016 della University of Queensland che aveva messo in luce come all’aumentare del consumo di frutta e verdura aumentava il senso di soddisfazione delle persone per la loro vita.

Secondo i ricercatori, una singola porzione in più al giorno di frutta e verdura avrebbe lo stesso effetto, per la nostra mente, di 8 passeggiate mensili di 10 minuti all’aria aperta. Non male, vero? Conoscendo i meccanismo dell’intestino ma anche delle proprietà intrinseche degli alimenti non sottovaluteremo “una semplice porzione di vegetali”. Ma scientificamente, come si spiega la correlazione tra alimentazione e umore? Non tutti sappiamo che nell’intestino vi è la presenza di alcune cellule associate alla produzione di serotonina, il cosiddetto ‘ormone del buonumore’.
Quando ci nutriamo nel nostro corpo ha luogo un evento biologico che, a partire dall’intestino, coinvolge l’intero organismo dalla composizione batterica intestinale, al profilo ormonale.

Ma nella pratica quali sono quindi gli alimenti che favoriscono il buonumore? Diamo spazio ai cereali, i legumi, i cibi vegetali ed i semi oleosi per nutrire correttamente l’intestino. Abbiamo ormai pochi dubbi sul fatto che il cibo abbia effetti sul nostro umore. Il nostro consiglio? La prossima volta che siamo giù di morale invece di abbuffarci di gelato e junk food mangiamo un buon minestrone o una bella macedonia fresca!

FarmaMedica aiuta a migliorare la propria qualità di vita e offre tramite i suoi specialisti soluzioni quali il controllo dello stress, un piano personalizzato di educazione alimentare, strategie per migliorare la propria salute. Disponiamo di un team di esperti tramite i quali è possibile accedere a test specifici per monitorare la vostra salute. 

Vuoi saperne di più? Compila i capi di seguito. Ti richiamiamo noi