Blog

Curarsi con l’acqua in alcuni casi è possibile

Il ministero della sanità non ha ancora decretato che l’acqua può essere considerata curativa, tuttavia sono molte le terapie alternative che ne fanno un elemento preziosissimo, infatti negli ultimi anni  i soggetti( anche istituzionali) che si rivolgono alle tecnologie per le cure con H2o sono aumentati

Uno dei casi più emblematici e quello dell’ASP  calabrese che sotto indicazioni del prof Genovesi ha acquistato un dispositivo per la ionizzazione dell’acqua allo scopo di aiutare una paziente affetta da patologie  gravi, sulle quali ( secondo il parere dell’illustre medico)  si poteva intervenire appunto con l’acqua ionizzata alcalina  ( acquisto consultabile alla pagina : http://www.asp.cosenza.it/images/delibere/febbraio_2014.pdf).

Constatiamo poi che molte farmacie negli ultimi anni hanno adottato gli ionizzatori allo scopo di vendere acqua alcalina ai loro clienti, ve ne sono  tante da nord a sud, in tutta la penisola, con prezzi che oscillano da 1 euro fino ai 3 euro litro.

Ad ogni modo quella dell’elettrolisi non è l’unica tecnologia efficace che utilizza l’acqua, pensiamo ad esempio ai bagni di vapore lazaeta che consentono di purificare l’organismo in maniera stupefacente, tecnica poco conosciuta ma utilizzata in diverse cliniche e da diversi medici in tutto il Mondo.

Del resto in quanto esseri umani, siamo per lo più fatti di acqua e quindi non dovremmo meravigliarci più di tanto, confidiamo che nel prossimo futuro il ministero della sanità voglia prendere in considerazione le nuove tecnologie, cosi da sensibilizzare l’opinione pubblica e favorire gli investimenti per la ricerca di nuove soluzioni .

Condividi questo post