Blog

Ionizzatori o Alcalinizzatori

Il Mercato negli ultimi decenni pretende di governare i consumatori ed ha la presunzione di capire le necessità delle famiglie, tuttavia, le logiche del profitto nella maggior parte dei casi non sostengono le reali esigenze della collettività.

Dopo il boom degli ionizzatori, alcune aziende che vendono dispositivi per la filtrazione dell’acqua hanno accettato l’idea delle offerte programmate: “vendiamo per un tot di anni questo congegno e poi, arrivati ad un certo punto ne proponiamo uno con una nuova tecnologia”. Di fatto questo è un atteggiamento tutt’altro che corretto, tra l’altro, nemmeno economicamente valido. Lo Ionizzatore è un dispositivo relativamente giovane, proposto in Italia da pochi anni, alcune delle aziende che lo hanno venduto e pubblicizzato in lungo ed in largo, oggi si presentano ai consumatori con l’alcalinizzatore, dicendo che quest’ultimo è dotato di una tecnologia migliore ecc….Quindi, la stessa azienda che fino a 3 mesi fa diceva di avere la migliore soluzione al Mondo( lo ionizzatore), oggi dice che ne ha una migliore di quella che solo ieri ERA la migliore.

In realtà queste aziende si sono accorte che con l’alcalinizzatore possono guadagnare molto di più perchè non devono acquistarlo dall’oriente; perchè è tecnologicamente più semplice(molto più semplice); perchè vale di meno.

Alkafarma sostiene unicamente le tecnologie valide e le promuove con incentivi economici, se un dispositivo è valido lo consiglia altrimenti lo sconsiglia.

Differenze tra ionizzatore e alcalinizzatore

Uno ionizzatore ha una camera elettrolitica in titanio/platino con la quale scompone le molecole; ionizza e declasterizza. Questo dispositivo aumenta il ph  facilmente, riduce i gruppi molecolari( cluster) e soprattutto ionizza( fa diventare l’acqua antiossidante). Lo ionizzatore richiede manutenzione costante in quanto l’elettrolisi produce calcare che si deposita sulle piastre, problema che si risolve facilmente iniettando acido citrico disciolto in acqua acida nella camera elettrolitica. Con una siringa da dolci, una volta al mese si inietta la soluzione attraverso il tubo dell’acqua acida ed il gioco è fatto, cosi facendo il dispositivo sarà sempre efficiente e durerà allungo. L’alcalinizzatore invece è un semplice involucro con all’interno un sistema di filtri: alcuni per la filtrazione ed altri per l’acalinizzazione, questi ultimi hanno all’interno dei minerali che servono per aumentare il ph. Il problema principale di questo apparecchio è che i minerali in questione non hanno una durata sufficiente per i nostri standard ovvero, dopo un toto di litri, subiscono una ossidazione che li rende inutili, inoltre, il congegno non ionizza e non declasterizza quindi Alkafarma non lo promuove.

Uno ionizzatore di qualità, ad oggi è in assoluto il miglior dispositvo per la produzione di acqua ionizzata alcalina.

Se volete acquistare un dispositivo per la produzione di acqua alcalina, contattate i nostri esperti e sarete in grado di scegliere il dispositivo migliore.

Condividi questo post